22/02/2019 23:25

Gattuso bacchetta il suo Milan

Empoli travolto, ma il tecnico rossonero punge la sqaudra: "Non possiamo giocare solo un tempo".




calcio | Serie A

tags: Milan UnderNews Serie A

Al Milan di questi tempi basta un tempo per domare gli avversari, ma Rino Gattuso non si accontenta.


Nonostante la rotonda affermazione sull’Empoli il tecnico rossonero non è tenero con la squadra nell’analisi della partita:  praticamente facevamo il solletico e anche in fase difensiva siamo stati disattenti portando spesso avanti insieme i due terzini. Comunque ci sta, temevo questa gara" le parole del tecnico calabrese a 'Sky Sport'.


Ma quando si gioca in fiducia può capitare di cambiare una partita in un attimo: “Nella ripresa – prosegue Gattuso – tutta la squadra si è mossa meglio, con e senza palla. Considerando il fatto che Paquetà e Bakayoko non erano al meglio e visto come abbiamo giocato nel primo tempo sono molto contento per come ne siamo usciti. I nuovi? Quando gira la squadra girano anche i singoli”.


Ora la corsa al quarto posto potrebbe diventare ambizione di chiudere terzi. Gattuso non ci casca:  “Mancano ancora 13 partite e dobbiamo pensare gara per gara, senza guardare la classifica. Non prometto nulla, ma la squadra è giovane e l’età media è bassa. Ci sono tanti giocatori interessanti”.



Sportal.it - www.sportal.it
Copyright SPORTAL Tutti i diritti riservati




Squadre Serie A