You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.
usa il vecchio sito
calcio
Serie A

Godin se la prende con l'Italia: "Stop al calcio tardivo"


diego godin inter coronavirus


La prima stagione italiana di Diego Godin non si sta sviluppando in base alle aspettative. L'ex capitano dell'Atletico Madrid non è riuscito a diventare un intoccabile nello scacchiere di Antonio Conte, il suo futuro è in bilico, ma intanto l'uruguaiano non ha esitato a criticare duramente le istituzioni politiche e sportive italiane per la decisione di non interrompere il campionato già quando la diffusione del Coronavirus si è fatta intensa.


Intervistato da Espn, Godin, che ha avuto il permesso dalla società di interrompere la quarantena alla quale si era dovuta sottoporre l'Inter a causa della positività al Covid-19 di Daniele Rugani, avversario della partita contro la Juventus dell'8 marzo, ha sostenuto che "Siamo stati esposti fino all'ultimo momento, hanno continuato a tirare la corda per vedere se si poteva continuare a giocare, fino a quando la situazione non è stata insostenibile e il sistema sanitario è crollato".


"Abbiamo continuato a giocare per settimane - ha aggiunto il capitano dell'Uruguay - Abbiamo continuato ad allenarci e abbiamo giocato a porte chiuse anche contro la Juve, dove poi è stata rilevata la positività di Rugani. Noi e gli juventini siamo stati messi in quarantena e lì il campionato si è fermato. Sicuramente in quella partita c'erano altri giocatori potenzialmente infettati, quindi hanno messo direttamente in quarantena tutti noi".

Sportal.it - www.sportal.it
Copyright SPORTAL Tutti i diritti riservati



Ultimi risultati
chiudi