9a giornata: chi schierare al fantacalcio
chiudi
chiudi
Le Rubriche di Fanta.Soccer
Fanta.Soccer's Magazine
Articolo

9a giornata: chi schierare al fantacalcio

19/10/2018I FANTA CONSIGLI DI PASQUALE MONTESARCHIO
Mancini resta Immobile
Italia ferma al palo
Sterilitalia
Questi che leggete sono i titoli che avreste letto se Biraghi non avesse segnato a pochi minuti dal termine, contro la Polonia. Sarebbero seguite poi le solite inutili discussioni tra i fautori del “gioco prima di tutto” e coloro per i quali conta solo il risultato. Era tutto pronto e apparecchiato, poi in un attimo è cambiato il mondo. D’un tratto possiamo “giocarci il primo posto”, “stiamo tornando tra i grandi” e altre amenità del genere. Possiamo ben dire che l’equilibrio non ci appartiene. O tutto bianco o tutto nero. 
Bianco e nero che ci riportano immediatamente al campionato, che è diventato di nuovo “se non il più bello, il più difficile”. A Torino la Juve vorrà proseguire nella sua fuga solitaria contro il Genoa che si affida ancora una volta ai gol di Piatek per provare a sovvertire un pronostico che lo vede largamente sfavorito. Ronaldo vorrà far capire al giovane polacco chi è il vero leader del campionato. Quanto ai consigli, oltre a tutto il fronte d’attacco bianconero, Szczesny dovrebbe (Piatek permettendo) trascorrere una giornata tranquilla e quindi va sicuramente schierato.

La partita più intrigante si gioca a San Siro domenica sera. Sul fascino del derby, ogni volta che si gioca una stracittadina, si spendono fiumi di parole, da rendere inutile qualsiasi mia considerazione in proposito. Piuttosto mi soffermerei sull’importanza che avrà il risultato finale per ciascuna delle squadre. Una vittoria rilancerebbe definitivamente le ambizioni di entrambe. Una sconfitta, al contrario, rischierebbe di comprometterne sin da adesso l’intera stagione. Il pareggio forse è il risultato più facilmente pronosticabile. E’ la partita di Higuain contro Icardi. I protagonisti però potrebbero essere tanti. Tra questi vedo molto bene Nainggolan da una parte e Suso dall’altra.
Sabato si inizia con Roma Spal. Non credo che la Roma, dopo aver fallito in casa con Atalanta e Chievo, possa non vincere questa partita. Le esperienze passate mi consiglierebbero di non sbilanciarmi troppo. Però se non è da 1 fisso questa partita, non so dire quale lo sia. Nella Roma il calciatore più in forma di questo primo scorcio di campionato è stato senza ombra di dubbio alcuno, Pellegrini, che credo potrà esserlo anche contro gli estensi. Nella Spal attenti a Paloschi : la Roma concede un paio di occasioni a partita, anche, se non soprattutto, all’Olimpico. Negli spazi che potrebbe avere a sua dispozione, l’ex enfant prodige rossonero potrebbe colpire.

La partita più complicata tra le squadre di testa (derby a parte) ce l’ha il Napoli.  L’Udinese, come ha detto Ancelotti, merita massimo rispetto. Tra l’altro i partenopei, mercoledì prossimo avranno un impegno niente male contro il PSG. Mancherà Insigne e questa non è una buona notizia per Ancelotti e per i tanti fantallenatori che lo annoverano tra le proprie file. Tra gli udinesi vorrà mettersi in mostra l’ex Behrami. Occhio anche a Lasagna, reduce dall’assist gol in nazionale ed al solito De Paul. Tra gli azzurri, mi aspetto una prova convincente da parte di Mertens e Milik (coppia d’attacco molto ben assortita).
Per quanto riguarda il resto della giornata, alle 12,30 c’è lo scontro salvezza Frosinone Empoli. Poco da dire se non che un pareggio serve poco ad entrambe. Tra i 22 e più che scenderanno in campo, merita una menzione Caputo che vorrà riscattarsi dopo il rigore fallito contro la Roma.
Parma Lazio, ci porta indietro di qualche anno, quando alla guida delle due squadre c’erano Tanzi e Cragnotti. Ne è passato di tempo da allora. La partita è da tripla. Si troveranno faccia a faccia diverse volte due calciatori “vesuviani” : Immobile da Torre Annunziata, che deve dimenticare l’amarezza di non aver giocato nemmeno un minuto in Polonia e Sepe da Torre del Greco, che vorrà confermare l’ottimo momento che sta attraversando. 
Tra Chievo e Atalanta a farla da padrona sarà la paura di perdere. Torna in panchina dopo la a dir poco disastrosa esperienza in nazionale, Giampiero Ventura. Vedremo se il cambio di panchina darà i frutti sperati. Temo per il buon Ventura se anche stavolta le cose non andranno per il verso giusto. Di fronte l’ex Ct troverà un’Atalanta ancora alla ricerca di una precisa identità. Troppo brutta per essere vera la squadra orobica vista sinora. Non saprei quali consigli fornire per questa partita. A Bergamo aspettano il primo gol in campionato di Zapata : che sia la volta buona?

Bologna Torino è la classica partita tra due squadre da metà classifica. Potrebbe uscirne un bel match. Dzemaili proverà a fare uno scherzetto alla sua ex squadra. Nel Torino si aspettano tutti la rinascita di Belotti che sembra aver smarrito quella capacità realizzativa che lo aveva reso uno degli attaccanti più forti dell’intero panorama calcistico nazionale.
Alle 18,00 di domenica, prima del derby al Franchi di Firenze si gioca Fiorentina Cagliari, con i Viola favoriti. Da schierare Chiesa, Pjaca e lo stesso Biraghi che avrà il morale a mille dopo il gol segnato in nazionale. Tra i rossoblu, oltre al solito Barella, attenzione a Joao Pedro e Pavoletti.
Il nono turno si chiude lunedì sera a Marassi con Samp Sassuolo. I blucerchiati vincendo potrebbero addirittura trovarsi in zona Champions. Lo stesso Sassuolo con una vittoria respirerebbe l’aria dell’alta classifica. Partita non facilmente decifrabile tra due compagini che ad oggi hanno mostrato un gioco quasi sempre divertente e a tratti spumeggiante. Tonelli, Quagliarella e Defrel da una parte, Ferrari, Lirola e Boateng dall’altra tra i possibili protagonisti.
Con questo è tutto. Buon week end (fanta)calcistico a tutti.
Autore: Pasquale Montesarchio - Visite: 1588
Commenti all'articolo (ci sono 0 commenti)
Non sono presenti commenti per l'articolo...
Per commentare l'articolo devi essere registrato ed autenticato
vai all'elenco