You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

NEWS

COSA CI HA DETTO LA PRIMA GIORNATA DI CAMPIONATO?

La prima giornata di campionato, in attesa delle tre partite rinviate al 30 settembre, va già in archivio. C’è chi ha esordito anche nella sua lega di fantacalcio e chi, invece, in attesa di fare ancora l’asta, ha seguito tutte le partite cercando di scovare i migliori colpi. Il campo, però, ha parlato: proviamo ad analizzare i segnali che la prima di Serie A ci ha dato.

 

Il curioso caso di Benjamin “Ibra” Button

Cos’hanno in comune il vino e Zlatan Ibrahimovic? Facile, entrambi migliorano con l’età. Lo svedese travolge il Bologna con una doppietta e sembra più affamato e determinato che mai. Rispetto alla scorsa stagione mostra una forma fisica nettamente migliore: questo fa ben sperare in ottica fantacalcio. Il Milan ha ripreso da dove aveva lasciato, giocando bene, vincendo e, soprattutto, non subendo gol. Tra certezze (Kjaer, Calhanoglu e Kessiè su tutti), giocatori rivalutati (vedi Calabria) e scommesse (Brahim Diaz e Gabbia) la rosa di Stefano Pioli sembra essere in grado di competere per la zona Champions. Con un Ibra così la strada potrebbe essere in discesa…

 

Torino e Parma: falsa partenza

Cambiamento non sempre è sinonimo di miglioramento. Lo sanno bene Torino e Parma che, con nuovi progetti in panchina, hanno steccato la prima di campionato. Mister Giampaolo rivede i fantasmi della scorsa stagione dove, alla guida Milan, esordì in campionato perdendo con merito contro l’Udinese per 1 a 0. Stesso esito di sabato contro la Fiorentina. Al di là del risultato, che può starci contro un avversario difficile, ciò che dovrebbe far preoccupare l’ambiente granata è l’assenza di gioco e di idee. Il nuovo modulo con la difesa a 4 e il trequartista non sembra assorbito al meglio dai giocatori. Berenguer, schierato trequartista dall’inizio, non ha convinto e, al contrario, non dà garanzie in quel ruolo. Verdi, subentrato a partita in corso, ha provato a far cambiare marcia alla squadra ma poco assistito dai compagni. Di tutto ciò potrebbe risentirne Belotti. Premiato dalla Gazzetta con un 6,5 ma, a nostro avviso, autore di una partita anonima. Il gallo, con questo modulo di gioco, fatica a vedere la porta. Chissà che non possa essere un flop in ottica fantacalcio…

Stesso discorso per il nuovo Parma di Liverani. La squadra è sembrata quasi spaesata dal nuovo sistema di gioco. In più, l’organico a disposizione necessita interventi urgenti sul mercato per completare una rosa non ancora competitiva. Kulusevski non è ancora stato rimpiazzato a dovere, mentre Inglese e Cornelius non incidono. Difesa da rivedere e registrare, centrocampo con pochi interpreti di spicco.

 

Viola, che spettacolo!

La Fiorentina è una delle squadre che più ci ha stupito. Non tanto per il risultato (vittoria 1 a 0) ma per il gioco espresso e gli interpreti. Iachini ha amalgamato alla perfezione un organico di qualità. Anche in ottica fantacalcio, diversi sono i giocatori su cui puntare. Partendo dalla difesa, dove Biraghi, tornato dal prestito all’Inter, gioca esterno alto nel centrocampo a 5 garantendo spinta e assist in fase offensiva. A centrocampo troviamo il vero oro di Firenze e, di conseguenza, delle nostre fantarose. Bonaventura, appena arrivato, ha subito conquistato un posto da titolare e inciso sulla partita. Castrovilli, con la 10 sulla schiena, è andato in gol su assist di Chiesa. Quando tornerà Pulgar, sarà titolare e rigorista. In panchina, poi, c’è un certo Borja Valero…  Unica nota dolente l’attacco, parso poco concreto soprattutto con Kouamè prima e Cutrone poi. La sensazione è che gli attaccanti viola, in costante ballottaggio tra loro, non garantiranno tanti gol.

 

Buona la prima del Maestro

C’era tanta curiosità nel vedere la nuova Juve di Pirlo. Il Maestro ha risposto presente. Difesa a 3, intensità a tutto campo e verticalizzazioni: sono queste le novità del nuovo allenatore. Pirlo ha avuto il coraggio di schierare un giovane esordiente come Frabotta e un giocatore semisconosciuto appena arrivato dal mercato come Mckennie. L’americano, a proposito, è stato uno dei migliori in campo nel centrocampo bianconero. Garantisce corsa, interdizione e qualità nel palleggio. Chissà che non possa essere una sorpresa anche in ottica fantacalcio. Ronaldo è la solita garanzia, mentre Kulusevski incanta fin da subito. Lo svedese può esplodere definitivamente quest’anno. Anche la difesa sembra aver ritrovato solidità: merito soprattutto del ritorno di Chiellini che, se sta bene, è uno dei titolarissimi.

 

Roma spuntata

Con Dzeko in panchina per 90 minuti i giallorossi non vanno oltre lo 0 a 0 contro il Verona. L’attacco interscambiabile con il “falso nueve” schierato da Fonseca non punge la difesa di Juric. Mkhitaryan e Pedro faticano a trovare la porta con pericolosità e a creare occasioni da gol. Senza lo bosniaco, la Roma ha tante difficoltà in fase offensiva. La trattativa con la Juve sembra essere sfumata, e Dzeko dovrebbe tornare titolare già dalla prossima partita: ottima notizia per i tifosi giallorossi e per tutti i fantamister. Anche se, va detto, i tasselli mancanti nella formazione capitolina sono ancora tanti. Partendo dalla difesa, dove mancano almeno 2 difensori centrali (contro il Verona Cristante è stato adattato a giocare in quel ruolo) e un esterno.

 

Genoa tra conferme e sorprese

Altra squadra da tenere d’occhio in chiave fantacalcio: il 4 a 1 al Crotone ha fornito diversi spunti. Partiamo da Zappacosta che, appena arrivato dal Chelsea, ha giocato da titolare e realizzato un gran gol. Schierato da esterno alto nel centrocampo a 5 di Maran, ha letteralmente bruciato la fascia di competenza. E’ listato difensore, serve altro per puntare su di lui? In gol anche Mattia Destro schierato titolare e parso rivitalizzato dal nuovo allenatore. Potrebbe essere la stagione del suo riscatto, nel dubbio qualche milioncino su di lui potete puntarlo. La conferma si chiama Goran Pandev che, un po’ come Ibrahimovic, migliora con l’età. Giocate di qualità, palleggio, assist e, ciliegina sulla torta, gol con scavino su Cordaz. Chiude i conti il gol di Marko Pjaca entrato dalla panchina. Il croato vuole riprendersi a tutti i costi il ruolo da protagonista che aveva prima dei gravi infortuni con la maglia della Juventus. Il talento non gli manca di certo: con la fiducia di Maran e una buona condizione fisica può fare bene.

 

Menzione a parte, infine, per Sassuolo e Cagliari, che hanno pareggiato il loro incontro per 1 a 1. I neroverdi si sono confermati sul piano del gioco creando tante occasioni da gol ma sfruttandole poco. Caputo, in particolare, ha fallito diverse chance: solo sfortuna o segni di un possibile calo di rendimento?

Il Cagliari di Di Francesco conquista un buon punto su un campo difficile. Più che una prestazione di qualità è stata una prova di quantità: tanta grinta ma poco gioco. Delude il neo arrivato Marin, segnalato da molti come possibile sorpresa di stagione. Conferme importanti per Joao Pedro e Simeone: i due confezionano il gol del momentaneo vantaggio. Entra molto bene in campo Sottil, chissà che alla lunga non possa conquistare un posto da titolare.

 

 

 

 

 

Consigli Fantacalcio
Fanta.Soccer



Commenti all'articolo
Non sono presenti commenti per l'articolo... Per commentare l'articolo devi essere registrato ed autenticato


vai all'elenco
Partite Live
Ultimi risultati
chiudi