You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.
FANTASOCCER

Serie A, rivoluzione Inter e Juventus all''''orizzonte

Serie A, rivoluzione Inter e Juventus all''''orizzonte: i nomi più caldi della prossima finestra di calciomercato

 

        Juve e Inter si contendono i migliori giovani talenti del calcio italiano

 

La battaglia sportiva tra le società dell’Inter e della Juventus per il predominio del calcio in Italia si gioca non soltanto sul rettangolo verde ma anche e soprattutto nelle stanze dei vari dirigenti sportivi che in queste settimane sono alle prese con incontri e contatti finalizzati all''''acquisizione del prossimo fuoriclasse, da portare a giocare nella propria rosa. Il club nerazzurro e quello bianconero, stando alle premesse, daranno vita ad un vero e proprio duello su alcuni dei pezzi pregiati della prossima finestra di calciomercato. In questo senso, aspettiamoci una estate caldissima. Quel che è certo, ad oggi, è che le formazioni di Inter e Juventus del prossimo anno potrebbero essere profondamente mutate.

 

Lo scenario più praticabile che potrebbe realizzarsi con l’inizio della prossima stagione di campionato vedrebbe una ulteriore riduzione del divario tecnico tra la Juventus e le altre big della Serie A. Come testimoniano anche le quote calcio relative al prossimo vincitore del campionato, il vantaggio della Vecchia Signora rispetto all''''Inter o alla Lazio potrebbe assottigliarsi ulteriormente. In sostanza, la prossima Serie A sarà un campionato maggiormente improntato all''''insegna dell''''equilibrio.

 

Testa a testa Inter-Juve su Tonali, Chiesa e Zaniolo.

         Chiesa, Tonali e Zaniolo: l’Inter vuole i pilastri della Nazionale di Mancini

 

Partiamo subito dalla telenovela Mauro Icardi. L’attaccante argentino ed ex capitano dell’Inter, dopo la stagione passata (in prestito dai nerazzurri) a Parigi con il PSG, ha di recente siglato l’accordo definitivo con il club del presidente Nasser Al-Khelaifi che ha riscattato l’ex doriano per la cifra complessiva di 57 milioni di euro (bonus compresi). La stessa società della capitale francese, tra l’altro, questa estate potrebbe dire addio anche ai suoi due assi in attacco: Neymar (destinato al ritorno a Barcellona) e Kylian Mbappé (diretto anche lui in Spagna, al Real Madrid). In precedenza, la Juventus, secondo i rumors di corridoio, aveva a lungo corteggiato il fuoriclasse argentino, offrendo ai nerazzurri la stessa cifra del PSG e a Icardi un contratto annuale di ben 12 milioni di euro, motivo per cui l’entourage dell’attaccante classe 1993 avrebbe atteso fino alla fine di maggio prima di compiere la sua scelta definitiva. Icardi resterà, dunque, nella capitale francese.

 

Tra le varie, nelle ultime ore è (ri)spuntato il nome di Paulo Dybala. Già la scorsa estate le due società si erano sedute al tavolo per trattare l’eventuale scambio tra i due attaccanti argentini. Il deus ex machina del mercato dei nerazzurri, Beppe Marotta, farebbe carte false per avere la Joya ad Appiano Gentile. Come? Contando sulla cessione definitiva di Icardi al Paris Saint-Germain e su quella di Lautaro Martinez, una delle pedine di mercato più richieste in Europa al momento. Il “Torito” nerazzurro è l’obiettivo dichiarato del Barcellona che, però, ha sinora risposto picche alla richiesta dei 110 milioni di euro da parte dell’Inter per l’acquisto del cartellino dell’argentino che sogna segretamente di giocare in coppia con il connazionale Lionel Messi il prossimo anno. La trattativa Martinez potrebbe dunque dare il via libera a Marotta per lanciare l’assalto a Dybala.

 

Il problema è che l’Inter si ritroverebbe successivamente senza più frecce nella faretra per altri due grandi obiettivi di mercato, contesi con il club bianconero: stiamo parlando di Federico Chiesa e di Sandro Tonali. Antonio Conte, tecnico dell’Inter, vuole il “figlio d’arte” e per arrivare a questo risultato girerebbe ai viola Radja Nainggolan (che tornerà a Milano a fine campionato) più, ovviamente, una sostanziosa offerta in danaro. La Juventus, che per prima la scorsa estate ha stuzzicato la Fiorentina sulla promessa della nazionale azzurra, resta a guardare, pur sapendo di poter giocare un ruolo di primissimo piano nella trattativa.


Su Tonali, il testa a testa tra nerazzurri e bianconeri si arricchisce ogni settimana di avvincenti novità. Secondo i bene informati, oggi l’Inter sarebbe in vantaggio sul fuoriclasse del Brescia che è già stato vicinissimo a gennaio al trasferimento alla Juventus, trattativa poi bloccata per volere del presidente delle rondinelle che ha preferito tenersi il centrocampista fino al termine della stagione.


Infine, la Juventus sta preparando l’assalto per Nicolò Zaniolo, reduce da un lunghissimo stop per infortunio. Il talento sbocciato nel vivaio dell’Inter, oggi alla Roma, resta tra gli obiettivi di mercato dei bianconeri che nell’ultimo anno avevano offerto ai giallorossi addirittura 55 milioni di euro per l’acquisto del cartellino del giocatore. Lo scenario sembrerebbe cambiato, con la nuova Roma di Friedkin pronta a ricostruire la squadra intorno al 20enne di Massa e con la Juventus che vuole riflettere (sulle condizioni fisiche di Zaniolo) prima di lanciare l’assalto finale.


Dall’Inter, però, arriva il ritorno di fiamma per il suo ex gioiello. Marotta è convinto di poter riportare a casa Zaniolo e di mettere una pietra sopra la beffa più grande patita dalla società nerazzurro negli ultimi tempi. Anche in questo caso, i soldi (perché la Roma chiede almeno 80 milioni di euro) potrebbe arrivare dalla cessione di Lautaro Martinez in Spagna.


Nel frattempo, però, i nerazzurri continuano a lavorare in silenzio sulle opzioni Edin Dzeko, Timo Werner ed Edinson Cavani. I tre rappresentano le vere alternative per la partenza del Toro argentino in Catalogna. Per l’esperto bosniaco l’affare si potrebbe chiudere intorno ai 10 milioni di euro mentre per il tedesco ci sarà da vincere l’agguerrita concorrenza del Liverpool. Per quanto riguarda l’ex Napoli e Palermo, il PSG è pronto a dare il via libera all''''operazione non avendo rinnovato il contratto al giocatore. L’ostacolo? Una richiesta di ingaggio troppo elevata e la sensazione che Cavani potrebbe non essere più quel carrarmato che ha fatto tremare le difese di tutta Europa.

 

Fanta.Soccer
Fanta.Soccer



Commenti all'articolo
Non sono presenti commenti per l'articolo... Per commentare l'articolo devi essere registrato ed autenticato
vai all'elenco
Ultimi risultati
chiudi