You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

CONSIGLI

5 Nazionali su cui puntare a Euro2020


La vita, si sa, non ha regole ben precise. Un'infinta combinazione di coincidenze, eventi e incontri può cambiare la nostra quotidianità da un momento all'altro. Le sorprese, purtroppo o per fortuna, sono sempre dietro l'angolo.

Questa breve riflessione marzulliana può essere applicata anche al mondo dello sport, e del calcio nel caso specifico. Ed è proprio questo ciò che amiamo di più: le sorprese.

L'incredibile cavalcata del Calais (squadra dilettantistica francese) arrivata in finale di Coppa di Francia nel 2000 con una rosa formata da ragazzi che giocavano a calcio solo per hobby, il Leicester di Ranieri che vinse la Premier battendo i ben più quotati e ricchi club inglesi, la Grecia che conquistò inaspettatamente l'europeo del 2004 mandando in estasi un'intera nazione...

E' questa la magia di questo sport, il sottile confine che separa l'ordinario dallo straordinario. Due mondi, apparentemente distanti, che spesso si mescolano tra di loro alimentando la passione di tutti noi tifosi.

Ed è per tutti questi motivi che abbiamo preparato questo articolo, analizzando le possibili "outsider" di questo europeo. Squadre che, seppur non godano dei favori della vigilia, sono ben attrezzate per andare fino in fondo in questa competizione. Che si nasconda, tra di loro, una "nuova Grecia"?

UCRAINA: cosa aspettarsi per il fantaeuropeo?

PRESENTAZIONE - Nell'equilibrato girone C diamo spazio all'Ucraina di mister Shevchenko che partecipa a questo Europeo con la voglia di confermare quanto di buono fatto fino ad ora. La Nazionale gialloblu infatti ha staccato il biglietto per EURO2021 arrivando prima nel proprio girone di qualificazione, davanti a nazionali come Portogallo (vincitore della scorsa edizione) e Serbia.

COME GIOCA- In campo la Nazionale Ucraina si dispone solitamente con un 4-1-4-1 in partenza, con interpreti in campo molto duttili capaci di adattare la loro posizione nelle varie fasi della partita. I punti di forza di questa selezione sono sicuramentte la compattezza difensiva e l'ottima qualità del palleggio dei suoi calciatori, capaci di ripartire rapidamente in transizione offensiva per far male agli avversari.

SU CHI PUNTARE? - Proprio quest'ultima caratteristica rende la selezione Ucraina appetibile anche fantacalcisticamente in questo FantaEuropeo, soprattutto dalla metà campo in su. Le quotazioni più interessanti in chiave offensiva appaiono sicuramente quelle di Malinovski (18), Zinchenko (11) e Yaremchuk (18).

Per quanto riguarda Zinchenko, il centrocampista con la maglia della sua nazionale verrà impiegato verosimilmente sulla metà campo e non come terzino come spesso gli è capitato a Manchester sponda City. La quotazione non è certamente male per un titolare ma soprattutto per un calciatore con le sue qualità: nelle vostre fantanazionali non sfigurerebbe di certo.

Quotazione onesta anche per il terminale offensivo Roman Yaremchuk, attaccante classe '95 che arriva da un'annata più che positiva con la maglia del Gent, condita da 17 reti in 28 presenze nel massimo campionato belga. Nel giro della Nazionale dal 2018, la punta ex Dinamo Kiev vorrà assolutamente sfruttare il palcoscenico europeo per mettersi in mostra e per dimostrare che le sirene della Serie A che suonavano per lui nel recente mercato invernale non erano sbagliate. Più di una scommessa.

Capitolo a parte invece per il trequartista dell'Atalanta, che arriva a questa rassegna europea dopo una seconda parte di stagione da vero e proprio top player, con la voglia di confermarsi anche con la maglia della propria nazione.
La quotazione potrebbe sembrare alta, ma non lo è se pensiamo che la maggior parte dei bonus passeranno dai suoi piedi: non dimentichiamoci infatti che Malinovski è un abilissimo tiratore di punizioni e probabilmente sarà anche il rigorista della squadra, dato che garantirà molta più titolarità rispetto al connazionale Yarmolenko. Prendetelo!

E GLI ALTRI? - Per quanto riguarda il resto, approvazione in chiave offensiva anche per Marlos, esterno in forza allo Shaktar che con una quotazione di 8 crediti potrebbe completare il vostro centrocampo europeo.
Stepanenko tappabuchi e poco altro.
Per la retroguardia invece Matvienko (6) potrebbe rappresentare un buon colpo in rapporto qualità-prezzo.
Occhio anche a Mykolenko (5): potrebbe sorprendervi.
Per il ruolo di numero 1 è serrata lotta a due con Buschan (1) e Pyatov (5) a giocarsi una maglia da titolare: dato le quotazioni basse non sarebbe un'idea malvagia acquistarli entrambi.

Turchia: cosa aspettarsi per il fantaeuropeo?

PRESENTAZIONE - Nel girone A dei nostri "Azzurri" una seria minaccia potrebbe essere rappresentata dalla selezione allenata dal CT Gunes. La nazionale Turca infatti ha tutte le carte in regola per dire la sua in questa competizione, alla quale ha staccato il pass arrivando seconda nel girone di qualificazione e mettendo in seria difficoltà la ben più quotata Francia. È una nazionale in forte crescita calcistica che potrebbe essere seriamente considerata più di una outsider!

COME GIOCA - Per la nazionale di Gunes il modulo principale è rappresentato dal 4-2-3-1, non disdegnando tuttavia anche un 4-4-2. È una selezione che compensa una non eccellente fase difensiva (sono 12 i goal subiti nelle ultime 7 uscite ufficiali) con una strepitosa qualità dalla metà campo in su, capace di trovare facilmente la via del goal.

SU CHI PUNTARE? - Così come per l'Ucraina, infatti, a rendere appetibile la selezione turca in chiave fantacalcio è proprio l'arsenale offensivo. Tra i calciatori turchi che potrebbero maggiormente stuzzicare la nostra voglia di +3 spiccano sicuramente Hakan Calhanoglu (21), Yusuf Yazici (23) Burak Yilmaz (25).

Il primo non ha bisogno di presentazioni per chi segue la serie A: fresco di qualificazione in Champions con i rossoneri, Hakan sarà sicuramente protagonista del rovente mercato dei parametri zero questa estate. Fantasista puro di estrema qualità, è uno dei pilastri e leader di questa nazionale. La maggior parte dei palloni offensivi transiterà dai suoi piedi, così come i calci da fermo. I 21 crediti investiti su di lui potrebbero ripagarvi alla grande!

Il secondo del trittico sopracitato lo ricordiamo sempre "grazie" al Milan, ma stavolta con un ricordo poco piacevole: Yazici infatti, oltre ad aver guidato il Lille alla vittoria della Ligue 1, ha anche messo a segno una tripletta alla Scala del Calcio nella seconda competizione Europea per importanza. Il giovanissimo nativo di Trebisonda possiede tutte le caratteristiche che un trequartista dovrebbe avere: qualità, fantasia, concretezza. Confidiamo nella sua titolarità sia in nazionale sia nelle vostre fantasquadre.

Per quanto riguarda l'ultimo nome, c'è poco da dire e presentare. Insieme a Yazici, e a suon di goal, Burak Yilmaz a 35 anni suonati ha trascinato "Les Dogues" ad un incredibile titolo nazionale ai danni dei colossi di Parigi. E non crediamo che per quest'anno abbia ancora finito.

È l'icona e il capitano della nazionale delle Mezzelune di cui verosimilmente sarà il terminale offensivo e rigorista. Trust in Burak.

E GLI ALTRI? - Tra gli altri nomi del reparto offensivo, la chicca è rappresentata da Kenan Karaman, tedesco naturalizzato turco e in forza al Fortuna Dusseldorf. Spesso è partito titolare sulla sinistra e la sua quotazione di soli 3 (TRE!) crediti potrebbe renderlo una vera e propria "steal of the list".
Non ci convince Under che, listato A e con una quotazione di ben 22 crediti, potrebbe rappresentare un vero e proprio bagno di sangue per i fantallenatori.
Per quanto riguarda invece la retroguardia, uno tra Kabak e Celik (entrambi con quotazione 7) potrebbe completare il vostro reparto alla perfezione.

POLONIA: cosa aspettarsi per il fantaeuropeo?

PRESENTAZIONE - Inserita nel girone E con Spagna, Svezia e Slovacchia, la selezione biancorossa del neo CT Paulo Sousa arriva alla rassegna di EURO2021 con un bagaglio pieno di ambizioni e la voglia di migliorare, o quantomeno raggiungere, il risultato di EURO2016, quando fu eliminata ai quarti di finale dal Portogallo, in quello che è attualmente il miglior piazzamento europeo mai raggiunto da questa nazionale. Certo, scalzare la Spagna sarà un'impresa, tuttavia questa nazionale possiede tutti i mezzi per dare filo da torcere a chiunque. E chissà, con un pizzico di fortuna magari...

COME GIOCA - Il modulo principale delle Aquile Bianche sarà quasi certamente il 3-4-1-2, modulo che Paulo Sousa ha usato per la maggior parte della sua avventura italiana alla guida della Fiorentina. L'attuale CT cercherà di dare la sua impronta a questa squadra, con uno stile di gioco basato sul possesso palla e sull'uso costante delle catene laterali, ben consapevole del notevole patrimonio tecnico a propria disposizione.

SU CHI PUNTARE? - In ambito fantacalcistico, la Polonia è una nazionale ricca di occasioni e di giocatori che possono fare le fortune dei fantallenatori. Tra i giocatori più rappresentativi, due fanno parte della corposa colonia "italiana" presente nella nazionale biancorossa, ovvero Szczesny (10) e Zielinski (25), mentre l'altro nome è giocoforza rappresentato dal semi-dio Robert Lewandowski (49).

La prima menzione per un portiere in questo articolo è tutta per Szczesny. Il portiere della Juventus non ha vissuto un'annata particolarmente convincente, tuttavia l'ex Arsenal resta sempre un portiere solido e affidabilissimo. Con 10 crediti e in un girone in cui, togliendo la Spagna, gli attacchi non ci sembrano così formidabili, la soluzione Wojciech pare più che valida.

Per quanto riguarda Piotr Zielinski c'è poco da dire: dopo il totem in avanti, toccherà a lui il ruolo del leader della selezione delle Aquile Bianche. Il calciatore del Napoli viene da un'annata superba in cui ha messo a segno 8 goal e ben 11 assist in campionato, facendo della trequarti la propria casa. Tecnica sopraffina, fantasia, inserimenti, un cecchino dalla distanza: caratteristiche non comuni combinate in un unico giocatore e che lo rendono uno dei centrocampisti più appetibili d'Europa. Ed è arrivato il momento di dimostrarlo proprio all'Europa intera. Fatelo vostro.

Robert Lewandowski. Quest'anno 40 presenze, 48 goal e 9 assist. Onestamente ci sentiamo in difficoltà anche a scrivere qualcos'altro.
49 (quarantanove) crediti. E li vale tutti. Dal primo all'ultimo. No excuses.

E GLI ALTRI? - Addentrandoci poi ancora di più nella ricca nazionale Biancorossa, il primo nome da tenere d'occhio è sicuramente quello di Arkadiusz Milik (25) che sembra essersi ripreso dall'infortunio al ginocchio.
A pieno regime sarà lui il partner d'attacco del buon vecchio Lewa e noi più di un penny vogliamo puntarcelo.
A metà campo il nome caldo è certamente Moder (8), centrocampista in forza al Brighton a cui toccherà l'arduo compito di equilibrare le due fasi di gioco. Il rapporto qualità-prezzo ci sembra abbastanza favorevole.
Ci convince meno Krychowiak (16) a cui toccheranno decisamente più compiti difensivi che offensivi. Quei 16 crediti potrebbero essere reinvestiti in maniera migliore.
Per la difesa il nome è Bednarek (9), anche se la quotazione non proprio bassa potrebbe far desistere più di qualche fantallenatore. Super scommessa Helik (5): pensateci.

Russia: cosa aspettarsi per il fantaeuropeo?

PRESENTAZIONE - Nel girone B, probabilmente quello più equilibrato dell'Europeo, decidiamo di estrapolare la Russia guidata dal CT Cherchesov, approdato sulla panchina della Sbornaja nel 2016. Il Mondiale 2018 ha riportato la nazionale russa ad alti livelli, squadra che adesso deve per forza di cose confermarsi anche in questa competizione. I russi arrivano alla rassegna europea dopo un girone di qualificazione chiuso al secondo posto proprio dietro il Belgio, che ritroveranno anche nel gruppo europeo. Il girone, composto da Belgio, Danimarca e Finlandia sarà tutt'altro che una passeggiata, ma crediamo fermamente che la Russia abbia tutte le carte in regola per avanzare.

COME GIOCA - Modulo principale della Russia di Cherchesov è un ormai collaudato 4-2-3-1 (alternativa è il 3-5-2), schieramento che ha fatto le fortune della Sbornaja anche al Mondiale giocato in casa nel 2018. È una nazionale tatticamente molto disciplinata, capace di difendere con aggressività (ruolo fondamentale i due mediani) e di sfruttare principalmente le corsie laterali in fase offensiva.

SU CHI PUNTARE? - La Russia non è sicuramente una nazionale priva di appetibilità fantacalcistica, anzi, tutt'altro. Spulciando infatti nella selezione di Cherchesov, più di qualche giocatore ci attrae a livello fantacalcistico. Tre i nomi che potrebbero fare la differenza nella vostra fantaselezione: il gigante Dzyuba (27) e il terzino Mario Fernandes (9), entrambi prodotti del campionato locale; più Denis Cheryshev (25) che, invece, si è fatto conoscere fuori dalla "madre patria".

Ha bisogno di poche presentazioni il calciatore di proprietà dello Zenit San Pietroburgo, Artem Dzyuba. Granitico attaccante alto 1.96, Artem è una punta che oltre a saper reggere un intero reparto sulle proprie spalle, è dotato di uno spiccato senso tattico e un notevole fiuto del goal. È e sarà il leader di questa nazionale, oltre a essere il secondo miglior marcatore di sempre a un solo goal dal primato. L'avanzata della Sbornaja nella rassegna europea passa soprattutto dai suoi goal. E no, lui non deluderà sicuramente le aspettative.

Dallo stesso campionato e della stessa pasta del primo c'è sicuramente il difensore brasiliano naturalizzato russo Mario Fernandes. L'esterno del CSKA Mosca è una delle certezze di questa nazionale, con cui esprime anche il suo meglio in fase realizzativa: in 28 presenze con la maglia degli Orsi, infatti, ha messo a segno 5 goal. Difensore sì, ma con licenza di fare male. A soli 9 crediti Mario Fernandes rappresenta un vero e proprio affare!

Fari puntati infine anche su Denis Cheryshev, che con la maglia della Russia ha dimostrato di saperci fare nettamente di più rispetto a quello che ha fatto vedere nei club. Non a caso in molti lo ricordano per lo stratosferico mondiale giocato tre anni fa, condito da 4 goal in 5 presenze e la sensazione che fosse imprendibile. Denis deve riscattare un anno non proprio idilliaco con la maglia del Valencia e l'Europeo potrebbe essere l'occasione giusta. L'esborso di 25 crediti non aiuta l'economia, tuttavia noi un soldino su di lui siamo disposti a metterlo volentieri.

E GLI ALTRI? - Quando si parla di Russia è impossibile non citare Golovin (22), centrocampista in forza al Monaco e che ha già dimostrato di saperci fare sulla trequarti. Tanta qualità per il gioiellino classe '96 da cui passeranno parecchi palloni in fase offensiva, oltre sicuramente a più di qualche piazzato. Ripagherà l'investimento fatto su di lui.
Scommessa di reparto rappresentata da Aleksei Miranchuk (15), che dopo un'annata in chiaroscuro con l'Atalanta deve dimostrare qualcosa in più con la maglia della nazionale. La titolarità non è assicurata, tuttavia non faticherà di certo ad andare quantomeno a voto. Inoltre, i 15 crediti per accaparrarselo non sembrano neanche un'enormità. Scommetteteci!
Odzoev (4) dovrebbe garantire titolarità sulla mediana e il rapporto qualità-prezzo è strepitoso, tuttavia non aspettatevi grandi cose. Pensateci bene invece prima di spenderne 13 per Zobnin.
La gerarchia in porta non è ancora ben definita, il titolare dovrebbe essere Shunin (4), tuttavia le "sorprese" Guillherme e Lunev potrebbero essere dietro l'angolo. Diffidate.

IL BONUS

SCOZIA: cosa aspettarsi per il fantaeuropeo?

PRESENTAZIONE – Il nostro "bonus" abbiamo deciso di spenderlo su una nazionale tornata a partecipare a un Europeo dopo ben 25 anni (l'ultimo in casa degli acerrimi rivali nel '96). Parliamo della Scozia che, capitata in un girone di ferro come quello D, in compagnia di Inghilterra, Croazia e Repubblica Ceca, dovrà compiere una vera e propria impresa per passare alla fase a eliminazione diretta. È considerata la Cenerentola del gruppo, ma l'orgoglio alla Tartan Army guidata da Clarke non manca e siamo sicuri che venderà cara la pelle. E forse con un pizzico di fortuna.. Chissà!

COME GIOCA – Stra-confermata la difesa a 3 per la Tartan comandata dal CT Steve Clarke e poi a seconda della partita con 4 o 5 giocatori sulla linea di metà campo. A chiudere il modulo saranno le due punte o una punta supportata da due trequartisti di qualità. È una squadra che non ha stelle e i suoi punti di forza sono principalmente basati sul collettivo e su un forte agonismo. Il centrocampo è il cuore di questa squadra, con un mix di giocatori di qualità e quantità, tuttavia l'attacco, considerato che non ha giocatori particolarmente prolifici, potrebbe rappresentare un punto debole di questa selezione.

SU CHI PUNTARE? - Alla luce di ciò, la selezione scozzese potrebbe sembrare sulla carta una nazionale su cui fantacalcisticamente non puntare: niente di più sbagliato. Certo, non troveremo il materiale fantacalcistico di una big, tuttavia ci sono nomi molto interessanti che, uniti a una quotazione non di primo livello, potrebbero completare e dare anche una spinta in più alla vostra fantanazionale. È il caso infatti del capitano Andrew Robertson (7), Ryan Christie (10) e Che Adams (12).

Il primo nome è un esterno che quasi tutti conosciamo bene: parliamo di Robertson, terzino di spinta del Liverpool e capitano della sua nazionale. Ricoprirà il ruolo di esterno sinistro alto sulla linea di centrocampo, posizione che, insieme a una quotazione veramente bassa, lo rende appetibilissimo in ambito fantaeuropeo.

Ryan Christie è il secondo "prescelto" di questa lista. Giocatore offensivo in forza al Celtic con cui ha messo a segno più di 15 assist in questa stagione. Con la maglia della Scozia, Ryan giocherà verosimilmente sulla linea dei trequartisti, a supporto della punta. Inoltre, sarà anche il rigorista: 10 crediti che vale la pena spendere!

L'ultimo nome che tiriamo fuori dal cilindro è quello di Che Adams, inglese di nascita e scozzese per scelta (origini familiari), attaccante del Southampton. Adams ha esordito con la maglia della Scozia solamente il 25 marzo di quest'anno, giocando e mettendo dentro anche un gol nelle partite di qualificazione per il Mondiale. Non è sicuramente il bomber che cambierà il reparto, tuttavia siamo sicuri possa riuscire a garantire anche qualcosa in più di una probabile titolarità. Sicuramente potrà essere un buon acquisto per completare il vostro reparto offensivo.

E GLI ALTRI? - Tra le possibili sorprese spicca McGinn (13), centrocampista e punto fermo dei Tartan e dell'Aston Villa. Ottimo centrocampista con qualità anche per giocare sulla trequarti, con la maglia della Scozia ha anche messo dentro un buon bottino di goal. 13 crediti non sono pochi ma è una scommessa che potrebbe avere buone possibilità di vittoria.
Non ci convincono a pieno Scott McTominay (11) e Tierney (6), entrambi verosimilmente giocheranno nel terzetto di difesa, posizione che fantacalcisticamente attrae ben poco, soprattutto nel caso del giocatore dei Red Devils che è listato come C. Valutate alternative.
Dykes (12) possiede la stessa quotazione di Adams e tra i due preferiamo il nativo in terra d'Albione.
Attenzione a Gallagher (1) che con la sua quotazione potrebbe permettervi di mettere un titolare in cascina con la minima spesa.

E voi, avete già allestito la vostra fantanazionale?
Avete preso qualcuno di queste squadre?
Fateci sapere!

Antonio Strino
Fanta.Soccer



Commenti all'articolo
Non sono presenti commenti per l'articolo... Per commentare l'articolo devi essere registrato ed autenticato


vai all'elenco
Ultimi risultati
chiudi