You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

GUIDA FANTACALCIO

Guida all'asta fantacalcio: Atalanta


INTRODUZIONE 

Una macchina da goal: quando gioca l’Atalanta non ci si annoia mai. I giocatori hanno saputo e sanno ancora interpretare alla perfezione la filosofia di calcio del Gasp, caratterizzata da un gioco rapido e offensivo, in cui tutti danno il massimo senza mollare un centimetro, giocando un calcio dinamico e, perché no, spettacolare. L’Atalanta ha un ottimo rendimento, soprattutto negli interpreti d'attacco.

                                                                                                                                     

IL MODULO E GLI INTERPRETI

Da quando è arrivato il Gasp, l’Atalanta ha sempre utilizzato lo stesso assetto tattico ottenendo ottimi risultati. Il tecnico continuerà a puntare sul 3-4-1-2, modulo che predilige il gioco sulle fasce, caratterizzato da aggressività, rapidità e dinamicità. L’obiettivo sarà anche quest’anno la conquista di un posto in Champions, coi veterani che sicuramente aiuteranno i più giovani a integrarsi. Vedendo attualmente la “formazione tipo”, ci sono delle novità in questa seconda parte di stagione

Dopo un periodo in cui la porta era presidiata da Sportiello, è tornato tra i pali Gollini ristabilitosi dall’infortunio. Il titolare è lui, ma, visti i tanti impegni, non è escluso che anche Sportiello abbia le sue chances. Nel complesso, possiamo dire che gli estremi difensori della Dea sono portieri abbastanza affidabili, anche se spesso subiscono almeno 1 goal.

La difesa é costituita dalla solita linea a 3, con Toloi sul centro-destra, Romero in mezzo e Djimsiti sul centro-sinistra. Palomino è la prima riserva, ma gioca comunque spesso perché Gasperini fa ruotare molto i suoi difensori.

Centrocampo a 4 formato da Freuler e De Roon in mediana, con Gosens e Hateboer ad agire sulle fasce. Visto che i vari De Paoli, Mojica e Ruggieri non hanno convinto come riserve, l’Atalanta è andata sul mercato e ha acquistato Maehle. Il calciatore è il classico terzino tutta fascia ed essendo stato pagato ben 11 milioni, e, dopo un breve periodo di ambientamento, adesso viene  utilizzato per far rifiatare uno tra Gosens e Hateboer. Dateci il giusto peso in sede d’asta. Da capire come verrà impiegato il jolly Pasalic, che può agire sia in mediana sia sulla trequarti. In attesa del recupero di Pasalic, Pessina giocherà sulla trequarti (vista l'assenza di Gomez che sarà quasi sicuramente ceduto) o in mediana . Attenzione, però, perché a dire la sua c'è anche Miranchuk, finora entrato spesso dalla panchina, che ha un grosso potenziale da sfoderare. Menzione particolare per Malinovskyi che ha messo a referto un solo gol e tre assist nelle 16 presenze stagionali, un po’ poco visto quello cui ci aveva abituato lo scorso anno.                                                                                                      

Davanti i posti da titolare saranno affidati all'imprescindibile Duvan Zapata e al ristabilito Ilicic. Inoltre, l’Atalanta può permettersi una riserva di lusso come Luis Muriel, che finora, sia partendo dalla panchina sia dal primo minuto, ha risolto molte partite segnando i gol o il gol decisivo (in ogni caso ci mette tante volte la firma nei gol della squadra): attenzione perché potrebbe scalzare uno dei titolarissimi, anche se Gasperini, inspiegabilmente, lo schiera raramente dal 1 minuto. Infine, l'arrivo di Lammers non ha cambiato le gerarchie nel reparto offensivo e il giocatore olandese potrebbe addirittura essere ceduto in prestito.

I BALLOTTAGGI

In porta, più che un vero ballottaggio, potrebbe esserci un po’ di turn-over, ma Gollini resta il titolare.

Nella linea a 3 Romero è l’unico con il “posto fisso”, mentre Toloi, Djimsiti e Palomino ruotano spesso. Qualche possibilità anche per Caldara (quando sarà disponibile e Sutalo).

In mediana le gerarchie sono abbastanza chiare, con Pasalic che all’occorrenza può arretrare nella linea a 4. A sinistra c’è l’inamovibile Gosens che verrà fatto rifiatare ogni tanto da Mahele, mentre a destra Hateboer è il titolare e il neo acquisto Maehle ha già convinto sin da subito Gasperini.

Nella trequarti i ballottaggi saranno quelli tra Pessina, Miranchuk e Pasalic, senza dimenticare che anche Malinovskyi può giocare in quel ruolo. Insomma, la trequarti è sicuramente il reparto più affollato e che rischia di lasciarvi spesso senza voto.

In attacco Zapata è il “cocco” di Gasperini e difficilmente riposa. Al suo fianco si giocano una maglia Ilicic, Malinovskyi e Muriel. Difficile dire chi giocherà di più. Ilicic e Muriel dovrebbero essere quelli con il voto più sicuro con il primo sicuro della titolarità salvo indisponibilità

Gomez ormai sembra in partenza. Resta solo da capire quale sarà la sua destinazione.

I GIOCATORI SU CUI PUNTARE

Passiamo ad analizzare meglio quei giocatori che, secondo noi, sono da consigliare per questa seconda parte di stagione.

Gollini è un semitop che garantisce buoni voti, ma spesso almeno un malus. Da avere in coppia con Sportiello per evitare brutte sorprese.

In difesa troviamo uno dei difensori con più appeal della seria A, parliamo proprio di lui, Robin Gosens. Buonissimi numeri per lui che in 15 partite in cui ha giocato ha messo in archivio 5 gol e 3 assist. Ovviamente è un top di reparto che vale la pena prendere per questa seconda parte di stagione.

Interessanti anche Hateboer, Romero e Djimsiti. Un po’ dietro Toloi e Palomino.

A centrocampo Freuler e De Roon vanno presi più come tappabuchi, anche se qualche bonus lo regalano sempre nel corso di una stagione.

In attacco il top assoluto è Luis Muriel. Finora in 16 partite che ha disputato ha segnato ben 11 gol e fatto 2 assist rendendosi spesso decisivo per la sua squadra sia entrando dalla panca sia partendo titolare. Va preso e schierato anche quando parte fuori. Difficile non puntare anche su Zapata che spesso esplode nella seconda parte di stagione. Ottimo acquisto anche Ilicic che nelle ultime partite sembra essere tornato quello dello scorso anno.                   

LE SCOMMESSE

Tra le scommesse mettiamo sicuramente Aleksej Miranchuk, che agirà sulla trequarti in alternanza con Pessina e che potrebbe finalmente farci vedere quanto vale.

Consideriamo anche Malinovskyi una scommessa, ma solo perché in questa prima parte di stagione ha portato pochi bonus e ha giocato relativamente poco. Senza Gomez, adesso ha più spazio e le sue qualità le conosciamo tutti.

Altra scommessa è Pasalic. Lo mettiamo in questa categoria sia perché ha avuto diversi problemi fisici quest’anno, sia perché bisognerà capire dove lo farà giocare Gasperini. Se da trequartista, allora la sua appetibilità salirebbe, se nei due di centrocampo, allora sarebbe più un “tappabuchi”.

Per l’asta di riparazione segnatevi il nome del neo acquisto Maehle. Come abbiamo già detto, il calciatore predilige la fascia destra ma può giocare anche a sinistra. Se pagato pochi crediti, potrebbe essere un vero affare.


GLI SCONSIGLIATI

Difficile sconsigliare qualcuno, ma certamente Mojica non è una buona scelta. Anche Sutalo si può tranquillamente evitare. Poche garanzie le abbiamo avute anche da Lammers, con pochi minuti raccolti e una scarsa propensione ai bonus. Evitate anche Depaoli poco convincente quando è stato schierato e con tante voci di mercato che lo vedono lontano da Bergamo. Ovviamente non è consigliato nemmeno Gomez in questo momento.

Top: Gosens, Muriel, Zapata, Ilicic.

Acquistabili: Gollini, Djimsiti, Romero, Hateboer.

Scommesse: Miranchuk, Pasalic, Malinovskyi, Maehle.

Tappabuchi: Toloi, Palomino, Freueler, Pessina, De Roon.

Da evitare: Mojica, Sutalo, Depaoli, Lammers, Gomez.


 

Consigli Fantacalcio
Fanta.Soccer



Commenti all'articolo
Non sono presenti commenti per l'articolo... Per commentare l'articolo devi essere registrato ed autenticato


vai all'elenco
Partite Live
Ultimi risultati
chiudi